Strict Standards: Non-static method JSite::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/fic2013_bis/index.php on line 59 Strict Standards: Non-static method JApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/includes/application.php on line 539

Salute

E' una disciplina altamente impegnativa che prevede una sfida in acqua a colpi di remi. Affascinante, ma imprevedibile la componente acqua è, infatti un fattore importantissimo del canottaggio: gli atleti devono guadagnarsene le grazie per poter svolgere la gara al meglio.

Il canottaggio permette di sviluppare, oltre notevoli qualità atletiche, anche e soprattutto caratteriali e interiori. In tal senso questo sport aiuta notevolmente nella formazione non solo fisica, ma anche morale, dei giovani. Da un punto di vista delle prestazioni il canottaggio potenzia moltissimo le proprie capacità aerobiche. Non essendo uno sport antigravitario (es. la corsa) il vero vantaggio non è dato dalla forza rapportata alla massa, bensì, dalla capacità di massimo sfruttamento dell'ossigeno. Questo fattore è direttamente proporzionale alla quantità di massa del soggetto: ecco perché sono avvantaggiati gli atleti di taglia notevole.L'allenamento di un canottiere prevede un potenziamento della:

  • Resistenza aerobica generale: attraverso sedute di voga comprese tra i 20 e i 50 minuti al giorno si tende ad un progressivo incremento della velocità man mano che si familiarizza con il gesto atletico.

  • Efficienza Muscolare: il successo nel canottaggio è dato al raggiungimento del felice binomio: potenza-elasticità muscolare. Si tende a questo obiettivo attraverso esercizi ergometrici che non comportano forze troppo elevate e garantiscono velocità di esecuzione.

  • Apprendimento Tecnico individuale: l' allenatore cercherà di sviluppare nell' atleta la corretta postura, di sincronizzare al meglio gli arti superiori, tronco e carrello nella ripresa e nella passata in acqua; la ritmicità del movimento e l' azione azione della pala ed avanzamento della prua.

  • Affiatamento con l' Equipaggio: in particolare il capovoga deve capire cosa può chiedere ai compagni nel corso della gara e quando spronarli all' aumento del ritmo di voga nella fase finale della gara stessa.


 BENEFICI

Aumenta la resistenza agli stress ambientali.

  • Facilita la stabilità emotiva. La produzione di endorfine (ormoni che non fanno sentire il dolore o l' affaticamento) abbassa notevolmente le tensioni psichiche legate all' ansia e alla depressione. Migliora l' autostima e rende più disponibili verso l'ambiente sociale.

  • Rallenta l'invecchiamento delle ossa e delle cartilagini che mantengono attivo il loro metabolismo. Anche la perdita di sostanza ossea e di sali di calcio nello scheletro (osteoporosi), può essere contenuta in quanto lo stimolo fisiologico, dovuto all' attività fisica, migliora il metabolismo osteo-articolare.

  • Migliora la forza e il trofismo (movimento) muscolare dei segmenti corporei impegnati, l'elasticità e la potenza dei legamenti articolari.

  • Migliora la postura e la capacità di assumere atteggiamenti più corretti, per cui si attenuano o scompaiono dolori derivanti da posture errate.

  • Migliora la destrezza motoria e l' efficienza del sistema nervoso in genere.

  • Rafforza il muscolo cardiaco. Aumenta la riserva cardiaca e coronarica e la gettata cardiaca (volume di sangue in un minuto). I vasi sanguigni acquistano maggiore elasticità. Migliora l'irrorazione sanguigna periferica e viene facilitato il ritorno venoso. Il recupero dopo lo sforzo fisico in genere diventa più rapido.

  • Aumenta la ventilazione polmonare, la dinamica costo-diaframmatica (meccanica del respiro) e l'elasticità dei polmoni. Migliorano anche gli scambi gassosi a livello alveolare.

  • Migliora la termoregolazione corporea e il metabolismo energetico. Migliora anche il rapporto peso-statura. Tendono a normalizzarsi gli indici ematochimici.

 

F.I.C. Comitato Regionale Puglia e Basilicata - Via Madonna all'Arena c/o Stadio della Vittoria civ.3 piano 2° - 70123 BARI - C.F./P.Iva 01382091005.

Joomla 3.0 templates. All rights reserved.